.

Add to Technorati Favorites
 
 
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Alba
Andrew
Il PAESE delle DONNE
Luca Bagatin
Barbara
Bippì
carlo bertani
Bolì
Ciruzz
marco cedolin
Coon
Dentro e Fuori
Egine
Eli
Esperimento
Ethos
GdS
Hillmann
I Media mondo
La Nuova Stagione
La Tribù
Lessico Democratico
Malvino
Marcoz
Marione
Minima Moralia
per L'ITALIA
Qdr
Rip
Sciltian
Luca Sofri
Teresa
una perfetta stronza
Undo
Zoro
  cerca

 


Scaccia-pedofilo


NY-Independence Day 2007


Fratelli e sorelle, vi prego, guardatevi
Dal dare il vostro cuore a un cane
perché lo laceri.
R.Kipling

Lui è   Dump .
Mi ha trovato dieci anni fa da sotto
un sedile rovesciato di auto,
in mezzo ad una discarica abusiva
di detriti edili ed altre amenità.
Contava quaranta giorni, circa.
Da quel giorno sono convinto che,
se esiste, il paradiso non sarà
il paradiso se non ci sarà il mio cane
ad aspettarmi. O viceversa.


Gregory Bateson
[1904-1980]
Antropologo, Sociologo, Cibernetico,
conosciuto come Gregory, è stato
uno dei più importanti studiosi
dell’organizzazione sociale
del'900.
Opponendosi strenuamente a quegli
scienziati che cercavano di
"ridurre" ogni cosa alla pura
realtà osservabile, si fece carico
di reintrodurre il concetto di " Mente "
all’interno di equazioni
scientifiche scrivendo due famosi libri
( Verso un’ecologia della Mente
e Mente e Natura ).
Dal suo punto di vista la Mente
è la parte costituente
della "realtà materiale"
di conseguenza non ha senso cercare
di scindere la mente dalla realtà.
Molti pensatori lo inquadrano
nel movimento anti-psichiatria
per aver fornito un modello
e una nuova epistemologia
per sviluppare una rinnovata
comprensione della follia umana,
nonchè per la scoperta della
teoria del doppio legame.
Con i colleghi Warren McCulloch ,
Gordon Pask , Ross Ashby , Heinz Foerster ,
Norbert Wiener e altri, contribuì
ad elaborare la scienza cibernetica.
Fu l’ispiratore di parecchi modelli e
approcci nel campo della psicoterapia,
tra i quali quello della MRI
Interactional School
di Weakland , di Jackson , Watzlavick
e moltre altre scuole di terapia familiare
(tra cui la scuola di Milano di
Mara Selvini Palazzoli )
e influenzò direttamente terapisti come
Brad Keeney , Tom Andersen ,
Lynn Hoffmann e molti altri.

Colui che vuol far del bene ad un altro
deve farlo nei Minuti Particolari. 
Il Bene generale è la scusa del furfante,
dell'ipocrita, dell'adulatore.

Intanto lo rileggo :


Una verità Eterna:
Molti ho incontrato
che volevano
ingannare,
ma che volessero
farsi ingannare,

nessuno.

S.Agostino

Ben lungi dal subordinare
la libertà individuale
allo Stato,
è lo Stato,
la comunanza,
che bisogna sottomettere
alla libertà individuale
Pierre Joseph Proudhon

Prendila sul serio
ma sul serio a tal punto
che a settant'anni, ad esempio,
pianterai degli ulivi
non perché restino ai tuoi figli
ma perché non crederai alla morte
pur temendola,
e la vita peserà di più
sulla bilancia
Nazim Hikmet

Credo che ci siano due tipi di persone
al mondo: quelle che hanno
credenze mistiche,
e quelle che non ce l'hanno.
Questi ultimi credono che la vita
sia tutto ciò che abbiamo,
e che dobbiamo godercela e
aiutare gli altri a godersela.
Gli altri pensano che la vita futura
sia più importante di quella presente,
e temo che faranno saltare in aria il mondo
Harold Kroto
premio Nobel per la chimica del 1996


Quando i missionari vennero per la prima volta
nella nostra terra,
loro avevano le Bibbie e noi avevamo la terra.
Cinquant'anni dopo,
noi avevamo le Bibbie e loro avevano la terra.
Jomo Kenyatta
primo presidente del Kenya indipendente  

    
      Norma Jeane Mortensen


My blog is worth
$11,290.80 .

How much is your blog worth?


 

Web-Lord di Warwick e
unofficial Kingmaker(s)
di Walter Veltroni



 

 


Disclaimer:
Questo Blog non rappresenta
una testata giornalistica,
tanto e' vero che viene
aggiornato senza
regolare periodicita'.
Pertanto non puo'
considerarsi un prodotto
editoriale ai sensi della
legge n. 62 del 7.03.2001.
Questo Blog costituisce
una sorta di diario personale
in cui l’autore,
prendendo spunto da
vari argomenti,
sviluppa un proprio
personale discorso,
aprendolo al commento di terzi.
Chiunque ravvisasse
in questo Blog
del materiale che ritenesse
di propria appartenenza
puo' segnalarlo all’autore,
che provvedera' alla rimozione
 immediata dello stesso. I commenti
sono VOSTRI e ve ne prendete
la responsabilità.


 

Diario | Kerouac&Co | Embryonic Journey | '77: Dopo Marx, aprile. |
 
Diario

29 aprile 2009

Il bischero

 

E’ morto il bischero

22 aprile 2009

Chi vuol essere milionario?



E questo non sarebbe stato sfruttamento minorile…

17 aprile 2009

I pirati della baia


nonostante la sentenza, nonostante il business, nonostante tutto.

La rete è sotto il nostro controllo. Non il loro...


17 aprile 2009

Esule


“Pezzo d’infame. Sei un uomo morto. Tu, gli sbirri e i magistrati”

e la mia voglia di vivere in un altro paese diventa sempre più forte…


10 aprile 2009

Giovanni Michelucci a L’Aquila?

Giovanni Michelucci muore a 100 anni, nel 1990.

Il suo progetto dell’ospedale di Sarzana, il “Nuovo” ospedale, come viene denominato, è del 1967.

Il medesimo ospedale è completato da Ravegnani Morosini Roberto dal 1993 al 1999.


Bene, in questo pseudo-paese dove è prassi costruire un ospedale in 42 anni, chi ne è presidente finge di non saperlo e gioca pure all’ecumenico


8 aprile 2009

testimonianze

qui è il caos. il terremoto è arrivato di notte distruggendo.
morti. feriti. senza casa.
brutte storie. anche belle storie.
l'umanità è il tratto che più mi emoziona.
sono al lavoro da questa notte. lavorerò ancora.
ora. la mia rivoluzione è contribuire ad arginare il dolore degli altri.
fate il possibile per darci una mano.

ciao
lorenzo-infermiere

6 aprile 2009

Mr.Cassandra

Procurato allarme



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. terremoto abruzzo

permalink | inviato da revanche il 6/4/2009 alle 9:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

1 aprile 2009

La rivoluzione francese

Aux armes, citoyens ! Formez vos bataillons !
Marchons, marchons !
Qu'un sang impur
Abreuve nos sillons !

30 marzo 2009

30 anni dopo...

Vi confesso che mi fa proprio un certo effetto, oggi, leggere queste righe. Quasi non fossero passati trent’anni

Il collasso economico in corso non e' soltanto l'effetto di una crisi finanziaria epocale, ma e' soprattutto il segno dell'esaurimento della crescita, e il segno della fine della relazione tra lavoro e reddito. La forma del salario, che nell'epoca passata misurò il rapporto tra tempo di lavoro e reddito è oggi fuori uso. Non abbiamo a che fare soltanto con una bolla dell'immobiliare o una bolla dell'indebitamento. Abbiamo a che fare soprattutto con l'esplosione della bolla lavorativa. Abbiamo lavorato e prodotto troppo, siamo stati costretti a rinchiudere l'enorme potenza produttiva entro le gabbie del consumo privato, e questo ha impoverito la vita sociale, affettiva, culturale. Nell'interesse della società e' necessario avviare oggi un processo di risocializzazione della vita quotidiana. Il tempo di lavoro deve tendenzialmente essere dimezzato perché la società si riappropri del proprio tempo e ri-apprenda l'affetto per l’altro, la cura di sé, l'insegnamento e la terapia. Queste funzioni della vita quotidiana, che il capitalismo ha commercializzato debbono riacquistare la propria relazione organica con la vita. Ma per far questo occorre riconoscere che non si può più pagare salario in cambio di prestazione di tempo. Il reddito non può continuare ad essere finzione di una impossibile misura del lavoro. Ogni essere umano ha diritto a ricevere quel che gli serve per la sua vita.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. debito bolla immobiliare crisi globale

permalink | inviato da revanche il 30/3/2009 alle 13:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

25 marzo 2009

Libertà di stampa italiana.

Per esempio. Ma è solo un esempio.

Il “Corriere della Sera” è di proprietà di RCS Mediagroup SpA che è di proprietà di Merloni Invest SpA, Sinpar Società di Investimenti e Partecipazioni SpA col 2%, il Banco di Napoli SpA, Banca Imi con lo 0,005%, il 5,9% quasi il 6% UBS Fiduciaria, Pandette Finanziaria col 3,9%, Generali, Ina Assitalia, Toro Assicurazioni, Intesa SanPaolo con il 5%, la Sasa, Fiat, Societé De Partecipation Financiere Italmobiliare SpA, Saifin Sai, Sasa Assicurazioni e Riassicurazioni SpA, Partecipazioni Editoriali, la Sainternational SA, Dorint Holding, Franco Tosi, Edizione Holding, Siat Società Italiana Assicurazioni e Riassicurazioni.

Capito ora perché c’è libertà di stampa?

sfoglia
marzo